Maratona d’Annunziana: tre motivi per esserci

Domenica 21 ottobre si correrà la Maratona di Pescara, nota anche come la Maratona d’Annunziana. Il tema di quest’anno sarà il mare ed in particolare il Ponte del Mare che è visto da tutti come il cuore di un percorso che si svolge sul bellissimo litorale pescarese pur toccando i punti nevralgici della città.

Se molti infatti apprezzano il percorso particolarmente veloce e scorrevole, tantissimi sono coloro che scelgono Pescara per “volare” sul Ponte del Mare.

Perché partecipare

Ma quali sono i motivi che anche quest anno poteranno oltre 2.000 runner a misurarsi sul lungomare del capoluogo abruzzese?

Lo abbiamo chiesto a Gian Pasquale Fornarola, ideatore del Progetto RunLife, che ha deciso di essere tra i partner promotori della Manifestazione podistica i cui numeri sembrano annunciare un’altra edizione da record ed una Maratona che si candida ad essere una tra le più partecipate del Centro-Sud Italia.

Oltre al calore del pubblico abruzzese che spingerà tutti gli atleti per i 42,197 metri del percorso, per Fornarola ci sono almeno tre buoni motivi per scegliere Pescara:

Il percorso

Molto veloce, praticamente tutto in piano, con lunghi rettilinei e pochi cambi di direzione. Si parte da Piazza della Rinascita e si procede per circa 900 metri fino a Via Ugo Foscolo, curva a sinistra e via veloci sul lungomare Matteotti fino al bellissimo Ponte del Mare che gli atleti attraverseranno già al 2° chilometro. Davanti a loro, successivamente, un lungo rettilineo di 4,4 chilometri che li porterà nella parte più a Sud della città, al confine con Francavilla al Mare. Giro di boa e si risale verso nord, ripercorrendo il lungomare fino al Ponte del Mare, che ritroviamo al 13° chilometro. È l’ultima asperità del percorso, poi la gara procederà molto veloce fino a Piazza della Rinascita dove ci sarà il traguardo della Mezza Maratona, mentre per la distanza Regina bisognerà ancora percorrere altri due giri da 10,5 chilometri, questa volta nella parte Nord di Pescara, per poi rientrare a Piazza della Rinascita dove ad attendere gli atleti ci sarà una bellissima medaglia ed un fantastico ristoro.

Il clima

E’ una gara si corre la terza domenica del mese di ottobre, in un periodo decisamente ottimale per tentare il personale sulla distanza (vento permettendo!!).

L’organizzazione

La Maratona d’Annunziana è curata veramente in ogni minimo dettaglio grazie anche alla collaborazione con l’Azzurro Alberico Di Cecco (www.coipiediperterra.it), ultimo italiano ad aver vinto la Maratona di Roma, che metterà a disposizione di tutti i partecipanti la propria passione ed il proprio bagaglio tecnico.

L’evento podistico abruzzese sarà, infine, una manifestazione aperta proprio a tutti. Oltre alla Maratona ed alla Mezza Maratona, infatti, gli organizzatori offriranno la possibilità di poter partecipare anche in staffetta da 4 persone (12 – 9 – 10,5 – 10,5) oltre che con la bellissima Passeggiata d’Annunziana, in un percorso interamente chiuso al traffico che parte da Piazza della Rinascita e percorre lungomare Matteotti, via Regina Margherita e tante altre strade del centro. Per ulteriori informazioni, www.maratonadipescara.it

Che cos’è RunLife?

Run Life nasce nel novembre 2015 da un’idea di Gian Pasquale Fornarola come gruppo social su Facebook con oltre 60.000 iscritti con lo scopo di prevenire le malattie cardiovascolari, incentivare a fare sport, camminare, correre e trasmettere benessere e prevenzione per migliorare e condurre uno stile di vita sano. 

Dal dicembre 2017 è partito il progetto Ambassador Run Life, che prevede la partecipazione in gruppo alle migliori Maratone italiane ed internazionali. Si è partiti con la Milano Marathon del 8 Aprile scorso (grazie alla preziosa collaborazione di Vito Mancusi, Coach Ufficiale di RunLife), per poi muoversi alla volta della Parma Marathon (14 ottobre) e della Maratona di Pescara (21 ottobre), fino alla più famosa TCS New York Marathon 2019, con tariffe esclusive ed agevolate.

Per info e dettagli, scrivi a runlifepark@gmail.com

Written by Antonello
Quando indosso le mie scarpette mi sento libero, leggero, in una piacevole sensazione di benessere che coinvolge il corpo e la mente.