Eleonora Corradini, dal pattinaggio al Mondiale di 24 ore su strada

Eleonora Corradini Ultramaratoneta

Eleonora alla 100 Miglia di Berlino.

Giovanissima, classe 1991, romana. Dopo un trascorso nel pattinaggio artistico a rotelle Eleonora Corradini approda al mondo del running nel 2015 e colleziona, in soli 3 anni, ben 110 tra maratone e ultramaratone…

L’avevamo incontrata al ritorno dalla 100 miglia di Berlino per congratularci dello straordinario risultato e soprattutto della convocazione al prossimo Campionato Mondiale di 24 ore su strada che si terrà il 26 e 27 ottobre in Francia. E il gran giorno… è arrivato!!

Affascinata dalle lunghe distanze, il 18 agosto 2019 Eleonora partecipa alla 100 Miglia del Muro di Berlino (161km) dove si classifica terza assoluta e prima donna a tagliare il traguardo, con lo straordinario tempo di 15 ore, 22 minuti e 49 secondi. Un risultato straordinario che le vale la meritata convocazione in nazionale di ultra maratona per rappresentare i colori italiani al Campionato Mondiale di 24 ore su strada che si terrà ad Albi, in Francia, il prossimo 26 e 27 ottobre 2019.

Eleonora, i tuoi numeri sono veramente straordinari, complimenti!! La prima cosa che ci colpisce quando ti vediamo correre è il tuo sorriso… qual’è il tuo rapporto con la corsa?

Corro perché mi piace, corro perché mi fa sentire bene, corro perché mi rende felice. Probabilmente è questo il motivo per il quale riesco a farlo sempre con il sorriso. Non mi rendo conto di sorridere anche dopo 160 km, lo faccio spontaneamente.

Con la corsa ho un rapporto “sano”. Non affronto mai una gara o un allenamento con ansia o controvoglia. Se non ho voglia di allenarmi mi riposo. Non è il mio lavoro, è la mia passione!!

Eleonora Corradini intervistata da RunTips.it

Corro perché mi piace… mi fa sentire bene… mi rende felice…

Le lunghissime distanze sono le tue favorite. Senza dubbio la preparazione fisica è una componente molto importante ma anche la mente deve poter accompagnare le gambe di pari passo. Come ci si prepara mentalmente per correre una gara di 161 km?

Esatto, hai detto bene!! La preparazione fisica è molto importante ma la parte mentale è fondamentale. Per affrontare queste distanze occorre trovare un equilibrio perfetto tra corpo e mente. Bisogna imparare ad ascoltarsi, sempre.

Parliamo del Campionato Mondiale di 24 ore di corsa su strada che ti vedrà rappresentare, insieme ad altri 14 atleti, i colori azzurri il prossimo mese di ottobre. Come ti stai preparando e cosa porterai con te dall’Italia per raggiungere quell’ambito traguardo?

Mi sto preparando seguendo il programma della mia allenatrice, cercando di incastrare ogni giorno i vari allenamenti anche e soprattutto in base ai vari impegni di lavoro.

Cosa porterò con me dall’Italia? Non posso dirtelo… si tratta di un oggetto portafortuna 🙂

Un equilibrio perfetto tra corpo e mente…

In conclusione, Eleonora, quali consigli ti senti di dare ai follower di RunTips.it che si stanno avvicinando al mondo del running?

Non abbiate fretta di migliorare e raggiungere dei risultati nel breve termine. Siate costanti e pazienti, la corsa vi ripagherà di tutti i sacrifici … ma ci vuole del tempo!

E’ essenziale saper ascoltare il nostro corpo e la nostra mente…

I primi scatti dell’arrivo ad Albi…in bocca al lupo, Eleonora!!

La prima foto con i colori azzurri…

 

I nostri ultramaratoneti all’arrivo ad Albi, per il Campionato Mondiale di 24 ore su strada —FORZA RAGAZZI!!

Written by Antonello
Quando indosso le mie scarpette mi sento libero, leggero, in una piacevole sensazione di benessere che coinvolge il corpo e la mente.